S.O.S SOSTEGNO
Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  5976_110
su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  66888

Unisciti al forum, è facile e veloce

S.O.S SOSTEGNO
Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  5976_110
su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  66888
S.O.S SOSTEGNO
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ottobre 2022
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 29686 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Maria0

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 18603 messaggi in 3281 argomenti

Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972

Andare in basso

Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  Empty Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972

Messaggio Da guardian angel Mar Ago 23, 2011 1:06 pm

1972. Diario di un maestro. Film per la televisione in quattro puntate, tratto dal romanzo autobiografico di Albino Bernardini "Un anno a Pietralata".

Il capolavoro di Vittorio De Seta è la rappresentazione della passione e vocazione per l'insegnamento di un maestro alle prese con ragazzi "difficili" delle borgate romane e con la fredda e distaccata burocrazia scolastica rappresentata dai dirigenti.


_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. " Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  2829010660
Franco Battiato
guardian angel
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  Empty Vittorio De Seta, la morte di un poeta della realtà..

Messaggio Da guardian angel Sab Dic 03, 2011 8:28 am

29/11/2011
Vittorio De Seta, la morte di un poeta della realtà
"Il cinema di Vittorio De Seta non è di facile approccio. Non aveva scelto di provocare né tantomeno di ricorrere alla finzione per raccontare il mondo che lo circondava. Il suo era un approccio quasi antropologico ed etnografico, attento al fatto che a parlare fosse la realtà che lo circondava, una realtà non filtrata dal suo sguardo... semmai una realtà che facendosi scudo della cinepresa si mostrava nel suo essere e nei suoi limiti tanto che spesso ci si riferisce alla sua produzione accostandola al verismo di Giovanni Verga, un cinema che in poche parole si affida alla realtà restituendola oggettivamente per immagini, capaci senza commento aggiunto di suscitare reazioni soggettive.

Un cinema spesso fatto di natura che si antropomorfizza divenendo protagonista insieme ai personaggi e al contesto sociale in cui le storie sono inserite. Chi pensa che il documentario sia un genere a sé stante, lontano dai meccanismi di produzione della cultura cinematografica, deve fare un passo indietro: forse non tutti sanno che un tempo, ad esempio, il Festival di Cannes accanto ai lungometraggi di finzione premiava anche i documentari, come Isole di Fuoco che De Seta girò nel 1954 come omaggio al popolo dei pescatori delle isole Eolie, da secoli abitanti di un lembo di terra in aperto mare e sotto l'ombra di un vulcano, e facente parte di un corpus contenente altri sei documentari (dalla durata media di dieci minuti) dedicati alla sua terra. Discendente di una famiglia nobile calabrese, De Seta era nato a Palermo il 15 ottobre 1923 e si sentiva siciliano: era affascinato da un mondo lontano dal suo, dal mare che regolava la vita dei pescatori e dai raccolti che determinavano le azioni dei contadini. Vedeva piena armonia e corrispondenza tra la natura e la popolazione, non c'erano ancora la macchine a farla da padrone e il concetto di globalità non era ancora entrato nella vita delle comunità. Uno sguardo sociologico, si direbbe oggi: le comunità prima di essere società, per dirla alla Max Weber, sono protagoniste di un cinema che documenta l'Italia del dopoguerra, microcosmi ancora vergini dal massacro culturale degli Anni Sessanta e Settanta, massacro che poi è il motore che spinse il regista a girare La Sicilia rivisitata, dopo 8 anni di inattività.... (continua) "
(Fonte: http://cinerepublic.film.tv.it/vittorio-de-seta-la-morte-di-un-poeta-della-realt/8125/ )

_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. " Diario di un Maestro, film di Vittorio De Seta, 1972  2829010660
Franco Battiato
guardian angel
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.