S.O.S SOSTEGNO

su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Marzo 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 27710 membri registrati
L'ultimo utente registrato è antonella2016

I nostri membri hanno inviato un totale di 18518 messaggi in 3240 argomenti

Curare la voce e prevenire...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Curare la voce e prevenire...

Messaggio Da mborghese il Lun Gen 24, 2011 9:15 am

Nel forum del mio sito è stata posta una domanda sulla cura e prevenzione di disturbi vocali nel cantato, la cui risposta credo possa trovare anche l'interesse degli insegnanti. Di conseguenza, segnalo il link di collegamento con la discussione trattata: https://secure.7host.com/drborghese/phpBB2/viewtopic.php?t=896
Massimo Borghese
avatar
mborghese
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 13.10.09
Età : 60
Località : Napoli Milano Verona Ginevra

Vedere il profilo dell'utente http://www.massimoborghese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curare la voce e prevenire...

Messaggio Da mborghese il Mar Nov 01, 2011 12:32 pm

Mi è giunto in visita un ragazzo di tredici anni, proveniente da una "accademia" di canto, ma non inviatomi da qualche membro della scuola, bensì dalla sua successiva insegnante alla quale si era rivolto dopo aver lasciato l'accademia. In pratica, il ragazzo, a mano a mano che proseguiva le sue lezioni in "accademia", si accorgeva di perdere sempre di più la voce, fino a diventare decisamente rauco.
Di qui, la decisione di rivolgersi altrove, e quindi ad una cantante insegnante che, constatate le condizioni del giovane neoallievo, ha subito consigliato la consulenza foniatrica. Ed ecco che in questa occasione ho riscontrato la presenza di noduli cordali contestualmente ad una voce inadeguata nei suoi diversi parametri valutati. Voce che, devo specificarlo, ha mostrato di essere molto valida, leggendo "tra le righe" delle alterazioni provocate da iniziative didattiche del tutto inadeguate e nocive.
Potrebbe essere superfluo aggiungere commenti, se non in forma di rinnovata raccomandazione di prestare sempre molta attenzione quando ci si iscrive in presunte scuole di canto, o comunque quando ci si rivolge a personaggi noti o non noti che affermano di saper insegnare.
Massimo Borghese
avatar
mborghese
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 13.10.09
Età : 60
Località : Napoli Milano Verona Ginevra

Vedere il profilo dell'utente http://www.massimoborghese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curare la voce e prevenire...

Messaggio Da mborghese il Sab Mar 22, 2014 10:43 pm

Riporto il testo di un'articolo-intervista pubblicato su una rivista. Può risultare di interesse generale in tema di disturbi vocali nei bambini:

“Dottore, le porto a visita mio figlio perché da circa due mesi ha la voce bassa e rauca.”
“Quanti anni ha il suo bambino?”
“Ne ha appena cinque. Infatti mi sembra strano che già a questa età possano esserci disturbi della voce, tanto meno delle corde vocali. Lo ha detto proprio il pediatra”.
“Ecco un altro caso in cui i pediatri, o almeno la maggior parte di essi, minimizzano e pensano che determinate patologie non possano comparire tanto presto”.
“Dunque, dottore, lei pensa che possano già esserci problemi alle corde vocali del mio bambino?”
“Se la raucedine è persistente, non è da escludere che possano essercene. Le corde vocali sono strutture delicate che possono danneggiarsi in caso di cattivo uso”.
“Che cosa intende per cattivo uso?”
“Mi riferisco ad abitudini fonatorie scorrette, che nel volgere di breve tempo possono produrre danno a carico delle corde vocali. Tali cattive abitudini sono il gridare spesso, cioè utilizzare la voce su intensità elevate; cercare ad esempio di farsi sentire a distanze eccessive, come da una stanza all’altra della casa, e per giunta con rumori di fondo quali televisori e stereo ad alto volume che costringono ad alzare ulteriormente la voce; oppure giocare con altri bambini gridando continuamente; o ancora cantare a scuola in cori nei quali l’unica esortazione dell’insegnante è quella di far sentire forte la voce piuttosto che usarla correttamente”.
“E in casi del genere possono prodursi danni alle corde vocali?”
“Sì, e ne ho visto già molti in numerosi bambini, anche all’età di tre-quattro anni”.
“Come si fa a vedere le corde vocali in un bambino?”
“Con l’esame laringoscopico, così come si effettua in un adulto”.
“Ed è possibile eseguire una laringoscopia in un bambino?”
“Se collabora e l’esaminatore a sua volta è capace ed esperto, sì, è possibile”.
“Che differenza c’è tra le corde vocali di un bambino e quelle di un adulto?”.
“Una corda vocale è formata essenzialmente da tre strati: quello più interno, che è il muscolo vocale, poi c’è una lamina elastica, e superficialmente troviamo la mucosa, che è la parte vibrante della corda. Nel bambino la lamina elastica (che funge da ammortizzatore meccanico) si forma verso i sette anni, per cui prima di tale età i danni strutturali risultano più ampi e meno circoscritti, come nel caso dei classici noduli cordali degli adulti”.
“Ed è peggio o è meglio?”
“Ne’ l’uno ne’ l’altro, direi che è semplicemente diverso, ma comunque non è auspicabile”.
“Una volta appurato che la voce rauca dipende da danni cordali, quali provvedimenti è possibile adottare? Sento parlare spesso di aerosol, sciroppi o prodotti omeopatici. Lei, dottore, che cosa suggerisce?”.
“Niente di tutto quello che ha detto. Gli aerosol di solito provocano secchezza delle mucose, e dunque rendono addirittura più difficile e faticosa l’emissione della voce. Anche altri farmaci, siano essi omeopatici o allopatici, non sortiscono effetti significativi, per il semplice motivo che non siamo davanti a infiammazioni o a infezioni, bensì a conseguenze meccaniche di cattive abitudini e dunque a uso improprio della voce. Di conseguenza, il rimedio non sarà farmacologico ma rieducativo riabilitativo. Suggerisco pertanto innanzitutto l’instaurazione di buone norme di igiene vocale: non gridare, non cercare di farsi sentire a distanze eccessive, non cercare di sopraffare gli altri con la voce, non cantare in cori diretti da incompetenti e dilettanti. Poi affidarsi al trattamento foniatrico-logopedico consistente in esercizi respiratori e fonatori tendenti a migliorare lo stato delle corde vocali attraverso un più appropriato modo di utilizzare la voce”.


Massimo Borghese
avatar
mborghese
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 13.10.09
Età : 60
Località : Napoli Milano Verona Ginevra

Vedere il profilo dell'utente http://www.massimoborghese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curare la voce e prevenire...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum