S.O.S SOSTEGNO
I compiti dell'insegnante di sostegno 5976_110
su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


I compiti dell'insegnante di sostegno 66888
S.O.S SOSTEGNO
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Agosto 2020
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 29625 membri registrati
L'ultimo utente registrato è RITA BERGAMO

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 18604 messaggi in 3282 argomenti

I compiti dell'insegnante di sostegno

Andare in basso

I compiti dell'insegnante di sostegno Empty I compiti dell'insegnante di sostegno

Messaggio Da Elle Elle il Lun Ott 29, 2012 3:48 pm

Salve a tutti,
lavoro come insegnante di sostegno da circa sei anni, e devo moltissimo a questo lavoro. Ogni anno ho cercato di curare i rapporti scuola-famiglia e scuola-specialisti. Credo di aver passato molte ore in più a scuola per i colloqui con le famiglie, non curandomi dei limiti settimanali, mensili o annuali. Credo fermamente che la collaborazione con la famiglia sia necessaria per ottenere risultati positivi e duraturi nel tempo. Anche i colloqui con gli specialisti sono importanti, altrimenti il lavoro della scuola rimane isolato e rischia di imboccare direzioni sbagliate.
Il mio dubbio riguarda le modalità legali con cui si debbono svolgere i colloqui con gli specialisti.
Se lo specialista di riferimento dell'alunno disabile non viene a scuola per parlare con gli insegnanti, sarà l'insegnante di sostegno a raggiungere lo specialista. Cosa succede se l'incontro è fissato durante l'orario di servizio del docente? E se invece è fissato al di fuori dell'orario di servizio?
Io credevo di avere tutto chiaro, ma mi accorgo che ogni dirigente ha un'idea diversa a riguardo. Oggi, per esempio, mi sono sentita dire che dovrei prender un permesso. Un permesso, come se si trattasse di una necessità mia,personale e non di una parte del mio lavoro (parte che normalmente non viene neppure retribuita).
Dire che sono sdegnata è dire poco. In realtà spero di aver sentito male. Spero che la situazione si chiarisca. Qualcuno saprebbe però dirmi quali sono le leggi che regolano questa attività?

Elle Elle
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 29.10.12

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum