S.O.S SOSTEGNO

su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» PEI gravi problemi di linguaggio Prima elementare
Sab Nov 18, 2017 7:01 pm Da framon

» Pluriminorazione
Mar Ott 17, 2017 6:25 pm Da artaudisse

» compilazione del PEI secondo ICF-CY
Ven Ott 06, 2017 11:11 pm Da Papillon_65

» 2 insegnanti di sostegno sullo stesso ragazzo
Mar Ott 03, 2017 8:03 pm Da alfred2

» concorso nazionale "L'adozione fra i banchi di scuola" - quarta edizione
Dom Set 10, 2017 1:35 pm Da francika

» l' ACCENTO
Mer Ago 23, 2017 5:26 am Da Maestra Gabriella

» analisi logica
Lun Giu 19, 2017 1:00 pm Da moluna

» prove equipollenti
Dom Giu 04, 2017 5:59 pm Da bebeg

» Docenti referenti per l'Adozione cercasi!
Lun Mag 29, 2017 9:05 pm Da francika

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 27711 membri registrati
L'ultimo utente registrato è leia-p

I nostri membri hanno inviato un totale di 18532 messaggi in 3249 argomenti

IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Maestra Gabriella il Lun Gen 11, 2010 2:49 pm

http://www.bibciechi.it/pubblicazioni/tiflologia/200601/Franceschina.rtf

IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA: QUALI STRUMENTI È OPPORTUNO UTILIZZARE PER FACILITARE QUESTO APPRENDIMENTO?
Valentina Franceschina
avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Maestra Gabriella il Ven Apr 16, 2010 2:30 pm

BRAILLEMAT. Un software per fare matematica.

Braillemat è un software realizzato per dare una risposta efficace a due problemi fondamentali che l’alunno non vedente incontra nel suo processo formativo relativo alla matematica:

1. Difficoltà nella comunicazione tra alunno e insegnante;
2. Difficoltà nell'esecuzione delle sequenze di calcolo da parte dell'allievo non vedente.

Il primo problema è legato alla diversa segnografia utilizzata nella scrittura di espressioni matematiche e ancor di più al diverso sistema di rappresentazione, in Braille si usa il sistema lineare, mentre in nero si utilizza il sistema grafico bidimensionale.
Il secondo problema è dovuto agli strumenti tradizionali messi a disposizione di chi non vede per scrivere e svolgere espressioni matematiche, tavoletta e dattiloBraille, che rendono piuttosto macchinosa la risoluzione di un elaborato matematico.
BrailleMat risolve il primo dei due problemi sopraindicati rendendo semplice e automatica la trascodifica biunivoca "scrittura in nero-scrittura in Braille" e viceversa: permettendo di scrivere con la tastiera del computer un’espressione matematica in Braille e immediatamente, con un semplice comando, ottenerne la conversione in nero sullo schermo. Analogamente, si potrà scrivere un'espressione in nero sulla tastiera del computer e ottenerne l’immediata conversione in braille.
Questo, ovviamente, permette sia a chi vede che a chi non vede di utilizzare tranquillamente la segnografia comunemente utilizzata evitando l’introduzione di nuovi codici ancora da consolidare, sarà Braillemat che con un semplice comando tradurrà immediatamente l’espressione scritta in Braille nella visualizzazione grafica bidimensionale e viceversa.
Inoltre Braillemat ha una visualizzazione lineare in nero che permette all’insegnante di poter seguire il lavoro del ragazzo ancor prima di richiedere la traduzione grafica dell’elaborato. Disponendo anche di eco vocale dei tasti digitati, BrailleMat offre un mezzo di riscontro costante sulla immissione del testo senza obbligare chi non vede a togliere continuamente le mani dalla tastiera per verificare ciò che appare sul display Braille aumentando, così, la velocità di scrittura e diminuendo le possibilità di errore.

Di grande utilità, inoltre, risultano le funzioni di BrailleMat che permettono di stampare le espressioni su carta, sia in nero sia in braille, liberando così l'alunno e l'insegnante dalla fatica di ulteriori procedure di conversione e di trascodifica del proprio lavoro per renderlo leggibile e comprensibile all’altro.
E' evidente il vantaggio nella comunicazione tra alunno e insegnante anche se quest'ultimo non conosce il sistema Braille; in pratica BrailleMat funge da “traduttore simultaneo”!

Anche dal punto di vista tecnico, BrailleMat può essere un valido sussidio che riduce, almeno in parte, i problemi strumentali connessi con la risoluzione di espressioni matematiche rispondendo così al secondo dei due problemi sopraindicati.
BrailleMat può inoltre diventare un valido strumento per la didattica, perché prevede, a discrezione dell'insegnante, l’attivazione di una funzionalità che consente all'alunno di "richiamare" e svolgere i calcoli che hanno priorità nella sequenza dell'espressione In tal modo, si guiderà l'alunno a una migliore comprensione della struttura dell'espressione e del significato delle parentesi, ma questa funzione è ancora in fase di realizzazione.
STATO DELL’ARTE

La versione attuale di BrailleMat, distribuita in diverse istituzioni scolastiche in Italia, è utilizzabile dagli allievi della scuola dell’obbligo e da quelli del primo biennio delle superiori. Nei prossimi mesi, tuttavia, si prevede di distribuire la versione beta del programma che comprenderà anche le funzioni matematiche più complesse, trattate nell'intero ciclo scolastico delle superiori.
Alla realizzazione di BrailleMat hanno collaborato insegnanti di matematica, tiflologi ed esperti informatici, mentre alla sua sperimentazione partecipano attualmente insegnanti curriculari e di sostegno, alunni non vedenti e anche genitori che desiderano seguire il percorso formativo dei figli.
BrailleMat è distribuito gratuitamente dall’istituto Francesco Cavazza di Bologna.

http://www.cisad.it/matematica/braillemat/
avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Maestra Gabriella il Dom Ott 07, 2012 10:49 am

Mezzi semiotici di rappresentazione tattili
per l'apprendimento
della Geometria dei Poliedri

Tesi di Laurea in Didattica della Matematica

Relatore:
Chiar.mo Prof.
GIORGIO BOLONDI
Presentata da:
ELISA CORTESI


http://amslaurea.unibo.it/1267/1/cortesi_elisa_tesi.pdf
avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Maestra Gabriella il Mer Nov 27, 2013 9:23 am

un'idea:







da pagina FB Fundacja "Jasne Strony"
avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Maestra Gabriella il Mer Nov 27, 2013 9:27 am

C'è anche

La linea del 20 - Versione per non vedenti e sordociechi
Metodo analogico per l'apprendimento del calcolo

Edizioni Erickson



avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL BAMBINO NON VEDENTE E LA MATEMATICA

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum