S.O.S SOSTEGNO

su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» PEI gravi problemi di linguaggio Prima elementare
Sab Nov 18, 2017 7:01 pm Da framon

» Pluriminorazione
Mar Ott 17, 2017 6:25 pm Da artaudisse

» compilazione del PEI secondo ICF-CY
Ven Ott 06, 2017 11:11 pm Da Papillon_65

» 2 insegnanti di sostegno sullo stesso ragazzo
Mar Ott 03, 2017 8:03 pm Da alfred2

» concorso nazionale "L'adozione fra i banchi di scuola" - quarta edizione
Dom Set 10, 2017 1:35 pm Da francika

» l' ACCENTO
Mer Ago 23, 2017 5:26 am Da Maestra Gabriella

» analisi logica
Lun Giu 19, 2017 1:00 pm Da moluna

» prove equipollenti
Dom Giu 04, 2017 5:59 pm Da bebeg

» Docenti referenti per l'Adozione cercasi!
Lun Mag 29, 2017 9:05 pm Da francika

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 27711 membri registrati
L'ultimo utente registrato è leia-p

I nostri membri hanno inviato un totale di 18532 messaggi in 3249 argomenti

GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da Dany il Sab Set 24, 2011 12:16 pm

Salve, quest'anno a scuola seguo un alunno autistico grave, di solito le prime orew è abbastanza gestibile, ma ad un certo punto della giornata inizia a piangere, battersi forte le mani in testa e spesso prova ad aggredirmi con pizzicotti e morsi.
In questi momenti non so proprio come calmarlo, e ho pensato che la musica potesse provare a rilassarlo.
Che consiglio mi date, che musica posso fargli ascoltare????

Dany
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 25.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da guardian angel il Sab Set 24, 2011 4:53 pm

ciao, bentornata Dany!! Very Happy

..puoi lavorare sul controllo del comportamento; leggi qui:
http://sostegno.forumattivo.com/f37-controllo-del-comportamento
vedi in particolare: estinzione, gestione antecedenti, rinforzo positivo;
così potrai iniziare a orientarti e a riorganizzare le idee, per poi passare a fasi successive, più operative.. Rolling Eyes

..da quello che descrivi, sembra un problema legato a stress, stanchezza, disagio o noia: in questi casi è preferibile prevenire le crisi (ci sono strategie finalizzate a questo); ciò che si deve assolutamente evitare è arrivare a questi momenti limite, dove sia tu che lui perdete il controllo della situazione.. Rolling Eyes
..che età ha il bambino e che classe frequenta? avete un'aula a disposizione solo per lui??

_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. "
Franco Battiato
avatar
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da Dany il Mar Set 27, 2011 11:06 am

Negli ultimi giorni sta andando meglio, mi sono imposta con regole nuove e forse questo inizialmente lo ha disorientato:ad esempio appena arrivava voleva fare merenda e le colleghe di classe per non sentirlo mi dicevano quasi obbligandomi di accontentarlo, purtroppo c'è da combattere anche con loro!
Adesso vuoi perchè era più calmo, vuoi che sono stata fortunata, sembra che si stia abituando a me.
Durante la giornata gli propongo molte attività scandite con ordine del calendario delle attività, cosi come ho potuto apprendere dai vostri interventi nel forum, cercando di allungare di volta in volta i tempi del passaggio da un'attività all'altra.Tratteggio, incastri, coppie, classificazione...
Purtroppo materiali non ne abbiamo è tutto da inventare,e figuriamoci un'aula solo per lui....
Gli piace giocare in palestra a basket, ma anche l' attenzione è limitata.
Frequenta la terza elementare, ma è un pò più grande dei coetanei.
Cosa mi suggerite più da fare?

Dany
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 25.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da guardian angel il Mar Set 27, 2011 12:36 pm

Negli ultimi giorni sta andando meglio, mi sono imposta con regole nuove e forse questo inizialmente lo ha disorientato:ad esempio appena arrivava voleva fare merenda e le colleghe di classe per non sentirlo mi dicevano quasi obbligandomi di accontentarlo, purtroppo c'è da combattere anche con loro!


perfetto, continua così!!


Adesso vuoi perchè era più calmo, vuoi che sono stata fortunata, sembra che si stia abituando a me.
Durante la giornata gli propongo molte attività scandite con ordine del calendario delle attività, cosi come ho potuto apprendere dai vostri interventi nel forum, cercando di allungare di volta in volta i tempi del passaggio da un'attività all'altra.Tratteggio, incastri, coppie, classificazione...

perfetto!

Purtroppo materiali non ne abbiamo è tutto da inventare

stessa cosa per tutti noi!!


,e figuriamoci un'aula solo per lui....


fai presente la cosa al primo GLIC (nella scuola deve pur esserci un'auletta, anche piccola, per usi vari..


Gli piace giocare in palestra a basket, ma anche l' attenzione è limitata.
Frequenta la terza elementare, ma è un pò più grande dei coetanei.
Cosa mi suggerite più da fare?


di individuare le aree cognitive di forza ed agire su quelle per gli apprendimenti individualizzati; ma..complimenti, stai andando benone, vedrai che andrà sempre meglio!!! Very Happy



Ultima modifica di Maestra Gabriella il Mar Set 27, 2011 1:18 pm, modificato 3 volte (Motivazione : quote)

_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. "
Franco Battiato
avatar
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da arimar il Mar Set 27, 2011 12:58 pm

Ciao a tutti, ho scritto nel forum di presentazione che seguo un alunno in prima media con sindrome Smith-Magenis che ha purtroppo momenti di autolesionismo. Anch'io come la collega devo inventarmi un'attività ogni minuto e devo elencargli ogni mattina la cadenza delle attività, affinchè sia preparato e io abbia qualche speranza in più che le voglia svolgere. Grazie a questo sito e a tutto quello che sto leggendo ho creato seguendo la strategia della token economy una tabella con le regole del gioco (comportamento Wink ) con la quale alla fine della settimana vince un premio se va tutto bene. Mi sembra che funzioni abbastanza!
Volevo sapere però -per capire meglio gli atti di autolesionismo (a volte anche quando non capisco bene quello che dice Crying or Very sad )- se qualcuno conosce i libri della erickson: "Valorizzare gli interessi ristretti nei bambini con autismo" e "Autolesionismo, stereotipie e aggressività".

arimar
Member
Member

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 11.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da Dany il Mer Set 28, 2011 11:32 am

Grazie a voi anche per il supporto che ci date, molti sounti li ho infatti presi proprio dal forum...Ho bisogno di un chiarimento: il metodo TEEACH e quello ABA devono essere usati in maniera distinta o possono coesistere nell'approccio al bambino?
Dove posso trovare percorsi di pregrafismo con difficoltà crescente..?E riguardo alla musica cosa potrebbe ascoltare?
Grazie anticipatamente.

Dany
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 25.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da guardian angel il Mer Set 28, 2011 12:01 pm

Dany ha scritto:Grazie a voi anche per il supporto che ci date, molti sounti li ho infatti presi proprio dal forum...Ho bisogno di un chiarimento: il metodo TEEACH e quello ABA devono essere usati in maniera distinta o possono coesistere nell'approccio al bambino?
Dove posso trovare percorsi di pregrafismo con difficoltà crescente..?E riguardo alla musica cosa potrebbe ascoltare?
Grazie anticipatamente.
per usare un linguaggio povero (devo andare ancora a pranzo..) il TEACCH agisce particolarmente sull'aspetto cognitivo, ed in questo è il suo limite, oltre all'eccessiva rigorosità, che non consente facilmente la 'generalizzazione degli apprendimenti', mentre l'ABA agisce soprattutto sulla comunicazione visiva e di conseguenza sulla possibilità di comunicazione, adatti entrambi a soggetti non verbali o con gravi disabilità e ritardo mentale.. Rolling Eyes possono coestiere, perchè no, ma gli operatori scolastici si devono sempre riferire alle direttive degli specialisti che seguono l'alunno; non è consigliabile intraprendere iniziative personali!! inoltre, entrambi i metodi richiedono formazione, competenza e professionalità, non si può improvvisare, insomma.. (non mi riferisco a niente di personale, penso a voce alta.. )

i percorsi di pregrafismo li trovi anche nella didattica speciale (selaziona i vari post qui):
http://sostegno.forumattivo.com/f43-esercizi-per-l-acquisizione-delle-abilita-accademiche-di-base
per la musica: dipende dal'obiettivo che ti proponi.. musica mirata a cosa?

per entrambi i metodi, puoi leggere le varie discussioni qui:
http://sostegno.forumattivo.com/t1056-autismo-che-fare-link-informazioni-idee-didattiche


Ultima modifica di leterbuck il Mer Set 28, 2011 12:26 pm, modificato 1 volta (Motivazione : aggiunto link)

_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. "
Franco Battiato
avatar
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da guardian angel il Mer Set 28, 2011 1:04 pm

.. la logopedista che da quest'anno segue l'alunna autistica di cui mi occupo (da cinque anni) ci ha consigliato oggi alcune strategie di intervento basate su questo metodo (lei ha fatto un corso di formazione recentemente:

La stimolazione basale
http://www.stimolazionebasale.it/
http://educaweb.altervista.org/content/view/162/9/

le strategie risultano utili nei momenti di autolesionismo e di aggressività del paziente autistico..

_________________
".. la primavera, tarda ad arrivare.. "
Franco Battiato
avatar
guardian angel
Millenium member
Millenium member

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da Dany il Mer Ott 05, 2011 11:54 am

leterbuck ha scritto:
Dany ha scritto:Grazie a voi anche per il supporto che ci date, molti sounti li ho infatti presi proprio dal forum...Ho bisogno di un chiarimento: il metodo TEEACH e quello ABA devono essere usati in maniera distinta o possono coesistere nell'approccio al bambino?
Dove posso trovare percorsi di pregrafismo con difficoltà crescente..?E riguardo alla musica cosa potrebbe ascoltare?
Grazie anticipatamente.
per usare un linguaggio povero (devo andare ancora a pranzo..) il TEACCH agisce particolarmente sull'aspetto cognitivo, ed in questo è il suo limite, oltre all'eccessiva rigorosità, che non consente facilmente la 'generalizzazione degli apprendimenti', mentre l'ABA agisce soprattutto sulla comunicazione visiva e di conseguenza sulla possibilità di comunicazione, adatti entrambi a soggetti non verbali o con gravi disabilità e ritardo mentale.. Rolling Eyes possono coestiere, perchè no, ma gli operatori scolastici si devono sempre riferire alle direttive degli specialisti che seguono l'alunno; non è consigliabile intraprendere iniziative personali!! inoltre, entrambi i metodi richiedono formazione, competenza e professionalità, non si può improvvisare, insomma.. (non mi riferisco a niente di personale, penso a voce alta.. )

i percorsi di pregrafismo li trovi anche nella didattica speciale (selaziona i vari post qui):
http://sostegno.forumattivo.com/f43-esercizi-per-l-acquisizione-delle-abilita-accademiche-di-base
per la musica: dipende dal'obiettivo che ti proponi.. musica mirata a cosa?

per entrambi i metodi, puoi leggere le varie discussioni qui:
http://sostegno.forumattivo.com/t1056-autismo-che-fare-link-informazioni-idee-didattiche

Grazie, ma infatti non voglio improvvisare proprio nulla ecco perchè cerco suggerimenti da chi ha più esperienza di me e conosce il bambino..ad esempio la mamma per adesso, visto che non so ancora fino a quando lo seguirò e se sarò io fino alla fine dell'anno!
Cosa alquanto sbagliata, secondo me, con bambini così gravi!
E poi, purtroppo noi insegnanti non sempre siamo formati alla conoscenza di questi metodi adottati dai terapisti...nè siamo messi nelle condizioni di lavorare con materiali e spazi adeguati.C'è solo chi è pronto a giudicarti,e tu sei solo con mille dubbi che ti affliggono proprio perchè se si è una persona coscensiosa questi problemi ti affliggono , mentre molti se ne fregano tanto se la sono scampata, non è toccato a loro!
Scusate, è solo uno sfogo!

Dany
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 25.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da elisde82 il Sab Ott 29, 2011 4:12 pm

mborghese ha scritto:Parallelamente alle modalità educative adottate, consiglierei di verificare se il bambino è tenuto a dieta priva di glutine e caseina. Più della metà dei bambini con autismo trae vantaggi, soprattutto a livello attentivo e comportamentale, dall'eliminazione dalla dieta, di glutine, caseina, soia, mais.
Considerate le caratteristiche comportamentali del suo piccolo, la carta della dieta ne la giocherei senza titubanze.
Massimo Borghese
Vorrei un consiglio: l'idea di modificare la dieta alimentare togliendo glutine e caseina, potrebbe essere un'idea anche per il bambino che seguo io? Ora spiego meglio. La diagnosi parla di disturbo borderline della sfera emotiva. E' un bambino molto impulsivo, oppositivo e aggressivo. Dà calci, pugni..ha rotto due ante dell'armadio con dei calci e fatto cadere un ripiano con un solo pugno! Ha provato a buttarsi dalla ringhiera della scala..forse x avere attenzione..in quel momento l'insegn di classe era sola..e x fortuna ha cambiato idea. Tutti i gg picchia qualcuno e fa dispetti in continuazione e con intenzionalità..per esempio passando tra i banchi fa cadere tutti gli astucci..ruba le cose degli altri..strappa i lavori altrui (più spesso i suoi, però)..scrive sul muro...fa la pipì fuori (ma nn xkè nn è capace) e ultimamente ha anche avuto un problema con la cacca..si è pulito e poi ha preso la carta sporca e l'ha passata sui muri del bagno...regressione??? Insulta tutti..compagni, insegnanti, capogruppo e chiunque gli capiti a tiro..da poco anche le mamme dei suoi compagni, che ora stanno iniziando a rivoltarsi contro di lui: usa parole molto forti e di cui sa benissimo il significato perchè le combina per ottenere maggior enfasi! Premetto che è in seconda elementare! Ah...è un b. adottivo.
Poi scappa dalla classe...leteralmente..dobbiamo avere gli occhi sempre puntati xkè già due volte è scappato in giardino..aprendo quindi le porte antipanico della scuola!! Quando poi lo prendi si butta per terra a peso morto. Fa proprio apposta.
Normalmente non svolge nemmeno il minimo lavoro: non vuole farlo e dice che a scuola lui fa quello che vuole. Forse fino ad ora hanno sbagliato le insegnanti: se nn finiva a scuola il lavoro lo portava a casa. X fargli fare le cose mi devo imporre, ma spesso nn basta e nn serve se nn a farlo innervosire. Passa ore intere a colorare.
Premetto che il lavoro x lui viene facilitato dato che il comportamento ha rallentato moltissimo l'apprendimento. In particolare nello scrivere: sa solo copiare..lettera x lettera, ma non sarebbe in grado di scrivere nemmeno la parola IO senza copiarla. Legge lettera per lettera e ovviam solo stampato maiuscolo...ma molto spesso salta alcune lettere o la legge sbagliata. Solo in matematica ha meno problemi...non dico che è al pari dei compagni, ma quasi. Il punto è che è un bambino molto "intelligente"..passatemi il termine...sarebbe brillante se non avesse tutte queste problematiche comportamentali che ovviamente inibiscono e rallentano l'apprendimento.
Il problema principale infatti è proprio il comportamento, xkè lui non mostra nessun freno e siamo preoccupate. Abbiamo provato di tutto..ma le strategie usate se va bene funzionano al momento ma già la volta successiva nn funzionano più. E' cm se le memorizzasse. L'ultimo metodo provato è quello di creare distanza tra noi e lui dando solo ordini e facendogli quindi sentire con molta forza e fermezza l'autorità. Nessuna affettività. Ha funzionato meglio degli altri metodi, ma lui riesce a sbeffeggiarti lo stesso.
La mamma..bè a detta sua con lei il bambino rispetta le regole, sa farlo lavorare per 4 ore di fila (l'ha detto lei dicendo anche che non può sostituirsi alle insegnanti) ma in classe non supera forse nemmeno i 5 minuti, non dice volgarità ed è sempre tranquillo.
Tutti i gg combina qlcs e se prima la mamma era "collaborativa" nel senso che aveva molta fiducia nelle insegnanti..anche se nn mi ha ancora digerito (ha chiesto il sostegno solo xkè le insegn l'hanno supplicata e xkè csì il figlio avrebbe recuperato quello che aveva perso)..ora invece non è più collaborativa (è andata dalla DS a lamentarsi xkè nn sappiamo gestire suo figlio). Io sono arrivata al punto che a qst mamma nn credo più. Se un genitore arriva a dire le bugie solo x farci credere e soprattutto convincersi che il figlio a casa è l'opposto e anche a terapia (quando abbiamo la conferma del contrario), allora c'è qualcosa che nn va. Forse è lei la prima che va aiutata.
Il sostegno il b. ce l'ha da qst'anno. Purtroppo doveva avere l'educatore, ma nn è ancora arrivato. Io solo da 1 settimana ho ottenuto di avere un aumento di ore di sostegno su di lui, altrimenti prima lo vedevo solo 6 ore al gg.
Vorrei avere delucidazioni su cm intervenire e se una dieta potre almeno in parte aiutare questo alunno, sempre che la mamma accetti di provare.
grazie
avatar
elisde82
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 23.06.09
Età : 35

Vedi il profilo dell'utente http://maestraelisa.wordpress.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GESTIONE DEI COMPORTAMENTI PROBLEMA DI UN ALUNNO AUTISTICO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum