S.O.S SOSTEGNO

su SOS SOSTEGNO.



Il sito è completamente GRATUITO e accessibile a tutti, iscriviti e unisciti a noi!!!!
Grazie della visita.


Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Pluriminorazione
Mar Ott 17, 2017 6:25 pm Da artaudisse

» compilazione del PEI secondo ICF-CY
Ven Ott 06, 2017 11:11 pm Da Papillon_65

» 2 insegnanti di sostegno sullo stesso ragazzo
Mar Ott 03, 2017 8:03 pm Da alfred2

» concorso nazionale "L'adozione fra i banchi di scuola" - quarta edizione
Dom Set 10, 2017 1:35 pm Da francika

» l' ACCENTO
Mer Ago 23, 2017 5:26 am Da Maestra Gabriella

» analisi logica
Lun Giu 19, 2017 1:00 pm Da moluna

» prove equipollenti
Dom Giu 04, 2017 5:59 pm Da bebeg

» Docenti referenti per l'Adozione cercasi!
Lun Mag 29, 2017 9:05 pm Da francika

» Ciao a tutti
Gio Mag 25, 2017 7:41 pm Da maria pascale

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Statistiche
Abbiamo 27711 membri registrati
L'ultimo utente registrato è leia-p

I nostri membri hanno inviato un totale di 18531 messaggi in 3248 argomenti

ciao a tutti!!!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ciao a tutti!!!

Messaggio Da anna ilaria il Lun Nov 01, 2010 10:00 pm

Ciao a tutti! Mi presento sono Anna, insegnante di sostegno scuola primaria! Un saluto a tutti e buon lavoro! Laughing Razz

anna ilaria
Nuovo member
Nuovo member

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 01.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ciao a tutti!!!

Messaggio Da mborghese il Lun Nov 01, 2010 11:31 pm

Credo di essere il primo a leggere questo messaggio di presentazione-ingresso nel forum, e ben volentieri rispondo a volo ricambiando il saluto e ringraziando per il "buon lavoro", visto che ho trascorso questa intera giornata del primo di novembre a lavorare alla scrivania per leggere, approfondire e studiare (non si finisce mai di farlo!).
Benvenuta Anna Ilaria, e buon lavoro anche a Lei!
Massimo Borghese
avatar
mborghese
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 13.10.09
Età : 60
Località : Napoli Milano Verona Ginevra

Vedi il profilo dell'utente http://www.massimoborghese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: ciao a tutti!!!

Messaggio Da Maestra Gabriella il Mar Nov 02, 2010 7:14 am

anna ilaria ha scritto:Ciao a tutti! Mi presento sono Anna, insegnante di sostegno scuola primaria! Un saluto a tutti e buon lavoro! Laughing Razz


Benvenuta ANNA !!!!
E buona permanenza nel forum.

mborghese ha scritto:Credo di essere il primo a leggere questo messaggio di presentazione-ingresso nel forum, e ben volentieri rispondo a volo ricambiando il saluto e ringraziando per il "buon lavoro", visto che ho trascorso questa intera giornata del primo di novembre a lavorare alla scrivania per leggere, approfondire e studiare (non si finisce mai di farlo!).
Benvenuta Anna Ilaria, e buon lavoro anche a Lei!
Massimo Borghese


Dottore ...
proprio ieri il suo nome mi è "comparso" nuovamente davanti per ben 2 volte!
La prima mentre leggevo un libro-diario di un'insegnante che aveva lavorato con un bambino autistico e la seconda in un post , proprio qui sul forum ... dove un'iscritta al forum, parlava dei miglioramenti che l'alunno aveva avuto grazie anche alla sua terapia... (adesso mi sfugge il link ...).

Adesso la saluto e il mio DIFETTO CALCISTICO è irrecuperabile : siamo tali da varie generazioni!!!!
Very Happy

Buon Lavoro! E non me lo faccia ripetere , anzi glielo ripeto ! Quando pubblica qualche articolo sul web farebbe cosa gradita al nostro forum se volesse pubblicarlo anche qui.
avatar
Maestra Gabriella
Fondatore e Admin

Numero di messaggi : 6787
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 41

Vedi il profilo dell'utente http://sostegno.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: ciao a tutti!!!

Messaggio Da mborghese il Mar Nov 02, 2010 7:38 am

Ha ragione, cara Gabriella, raccolgo subito l'invito riportando due passaggi di una discussione su un tema di interesse generale, comparsa nel forum del mio sito. I contenuti della mia risposta (l'ho deciso dopo averla riletta a distanza di alcuni giorni) li trasformerò in articolo che pubblicherò su una rivista, e che ora invio in anteprima in questa sede.
Il tema proposto da una mamma, riguarda l'opportunità di parlare o meno di autismo in presenza della figlia... con autismo:

Scrive la mamma:
"Fin da quando ho avuto conferma che mia figlia capisce e registra tutto quello che diciamo , ho smesso di parlare con mezze frasi e sottointesi nel riferirmi al suo autismo .
Ho sempre pensato che l'autismo è parte della nostra vita, che la nostra è una famiglia autistica dato che il problema o meglio la lotta al problema riguarda tutti noi, ma a volte penso che ho sbagliato quando vedo mia figlia trattenersi nel fare qualcosa di normale perchè si sente inadeguata. Mi sembra di averle tolto la spensieratezza,
A volte mi sembra una bambina troppo composta , oserei dire grande per la sua età.
Con la storia che di fronte agli altri, che spesso non capiscono una cicca, i nostri figli devono essere sempre perfetti sennò li additano come maleducati o peggio violenti, 'sti bambini sono sempre iperìncartati da noi genitori e se poi si incartano anche da soli... non so davvero dove trovano la forza di essere sereni.
Massimo cosa ne pensi?

La mia risposta:

"Cara XX,
le stesse tue perplessità le ho vissute per la prima volta nel 2000, quando mi trovai -come mai era accaduto prima- a dover parlare di autismo in presenza di un autistico, quello che io considero il mio primo -consentitemi di definirlo così- "figlio" autistico, il noto S., oggi venticinquenne, primo bambino con autismo che trattai con quello che sarebbe poi diventato il mio metodo. Aveva quindici anni, ed era già ben educato-rieducato, verbale, scolarizzato, quando quel pomeriggio salii a casa di Annalisa D'Ajello, decana e madre di tutte le logopediste che hanno imparato a trattare l'autismo. Dovevo portarle a visionare alcuni video appena montati, lei sedeva intorno a un tavolo con S. e la sua meravigliosa mamma, e all'improvviso, a bruciapelo, mi disse: "Massimo, spiega a S. che cos'è l'autismo". Mi caddero a terra le borse che avevo in mano, e deglutii a vuoto. Era la prima volta che mi trovavo in una situazione del genere, e l'ennesimo episodio "odio-amore" tra me e Annalisa passava attraverso un momento terribile, in quanto avevo capito perfettamente che quella domanda era partita da S., e lei me l'aveva vilmente girata. Ovviamente scherzo nel dire vilmente e nel parlare di odio, in quanto mi sto riferendo ad una terapista amica che stimo tantissimo, ma tanto è che vissi un imbarazzo che ora tu, XX, puoi ben comprendere.
Ciò premesso, e detto anche che spiegai a S. che cosa fosse l'autismo di cui lui era stato affetto e di cui portava e probabilmente avrebbe portato a lungo diversi segni, mi sono trovato da quel giorno in uno stato di dialettica perenne innanzitutto con me stesso sul tema che tu hai posto nel tuo intervento in questo topic.
Il primo problema è che noi per primi non sappiamo fin dove (e come) arriveranno i nostri bambini. Molte abilità le hanno acquisite e ne raggiungeranno altre, ma quanto di autismo resterà in loro, ed in che modo?
Intanto il loro livello cognitivo e quindi la coscienza di se stessi aumenteranno, e ciò renderà inevitabile cadere in momenti di discussioni e riflessioni sul come sono e in che cosa differiscono dagli altri. E qui credo che non si può e non si potrà occultare niente. E allora perchè non parlare loro come si parlerebbe a un bimbo diabetico, o celiaco, o cieco, o sordo, o senza un arto...? Perchè non dire loro: "Hai dei problemi, ma questo non dovrà impedirti di vivere la tua esistenza come gli altri (che a loro volta possono o potranno avere dei deficit), insieme agli altri, giocando con gli altri, studiando con gli altri, litigando con gli altri, lavorando con gli altri...".
La serenità -per tutti noi e non solo per i nostri bimbi con autismo- viene da altro, non è conseguenza di benessere fisico, mentale, economico, e così via; credo che la serenità nasca dall'equilibrio che scaturisce tra noi ed il modo con cui ci poniamo verso noi stessi innanzitutto e poi verso gli altri e verso la vita. E quest'equilibrio, una bimba come la tua, ha tutte le premesse per trovarlo e mantenerlo, data la grande fortuna che ha avuto nel ritrovarsi una mamma, un papà e una sorella meravigliosi come voi.
Con queste considerazioni non pretendo di aver soddisfatto tutti i tuoi legittimi dubbi e le tue perplessità sull'argomento. Ho solo tirato fuori a caldo le prime sensazioni ed i ricordi personali che il tema da te posto mi ha evocato. Credo che dovremo discutere e confrontarci ancora a lungo in proposito, ma intanto ritengo che in bambini cresciuti, maturati ed evoluti, non abbia senso tacere sul loro "status" autistico.
Ti abbraccio.
Massimo"

Massimo Borghese

avatar
mborghese
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 13.10.09
Età : 60
Località : Napoli Milano Verona Ginevra

Vedi il profilo dell'utente http://www.massimoborghese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: ciao a tutti!!!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum